Arezzo Impresa, Economia, Cultura e Territorio
FINANZIAMENTI

Nuove imprese a tasso zero, ma solo se di donne o di 'under 35'

Attivo il bando Invitalia che mette a disposizione finanziamenti a tasso 0% per le nuove imprese costituite da non oltre 12 mesi in prevalenza da giovani tra i 18 e i 35 anni o donne. Tra le spese ammissibili l’acquisto di fabbricati e la ristrutturazione; macchinari, impianti e attrezzature, programmi e servizi informatici; brevetti, licenze e marchi. Ammesse anche la formazione specialistica, consulenze e studi di fattibilità. La Confcommercio di Arezzo mette a disposizione un servizio di consulenza e assistenza per la compilazione delle domande. Per prenotare l’appuntamento, telefonare allo 0575350755 oppure scrivere a marco.poledrini@confcommercio.ar.it.

Arrivano gli incentivi di Invitalia rivolti ai giovani e alle donne che vogliono avviare micro e piccole imprese. Dal 13 gennaio 2016 è attiva infatti la misura “Nuove imprese a tasso zero”, con cui l'Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa, di proprietà del Ministero dell'Economia, mette a disposizione un totale di 50 milioni di euro per finanziare a tasso zero progetti d’impresa in vari settori economici, purché con spese fino a 1,5 milioni di euro.Nuove imprese a tasso zero

Le nuove agevolazioni, che rappresentano un aggiornamento della misura Autoimprenditorialità (decreto legislativo 185/2000, Titolo I), sono rivolti esclusivamente alle imprese partecipate in prevalenza da donne (indipendentemente dalla loro età) o da giovani tra i 18 e i 35 anni.

Le imprese devono essere costituite in forma di società da non più di 12 mesi rispetto alla data di presentazione della domanda. Anche le persone fisiche possono richiedere i finanziamenti, a patto che costituiscano la società entro 45 giorni dall’eventuale ammissione alle agevolazioni.

Tra le spese ammissibili figurano l’acquisto di fabbricati e la ristrutturazione; macchinari, impianti e attrezzature, programmi e servizi informatici; brevetti, licenze e marchi. Ammesse anche la formazione specialistica, le consulenze e gli studi di fattibilità.

La Confcommercio di Arezzo mette a disposizione un servizio di consulenza e assistenza per la compilazione delle domande. Per prenotare l’appuntamento, telefonare allo 0575350755 chiedendo del dottor Marco Poledrini, responsabile Progetti Speciali, oppure scrivere a marco.poledrini@confcommercio.ar.it.

LA SCHEDA DEL BANDO INVITALIA

Beneficiari
Gli incentivi sono rivolti alle imprese composte in prevalenza da giovani tra i 18 e i 35 anni o da donne. Le imprese devono essere costituite in forma di società da non più di 12 mesi rispetto alla data di presentazione della domanda.

Attività finanziabili
Sono finanziabili le iniziative per:
• produzione di beni nei settori industria, artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli
• fornitura di servizi alle imprese e alle persone
• commercio di beni e servizi
• turismo
Possono essere ammessi inoltre i progetti nei seguenti settori, considerati di particolare rilevanza per lo sviluppo dell’imprenditoria giovanile:
• filiera turistico-culturale, intesa come attività per la valorizzazione e la fruizione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, nonché per il miglioramento dei servizi di ricettività e accoglienza
• innovazione sociale, intesa come produzione di beni e fornitura di servizi che creano nuove relazioni sociali o soddisfano nuovi bisogni sociali

Cosa finanzia
Programmi d’investimento non superiori a € 1.500.000 da realizzare entro 24 mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento.

Spese ammissibili
Suolo aziendale; fabbricati e opere murarie, comprese le ristrutturazioni; macchinari, impianti e attrezzature; programmi e servizi informatici; brevetti, licenze e marchi; formazione specialistica dei soci e dei dipendenti; Consulenze specialistiche, studi di fattibilità economico- finanziari, progettazione e direzione lavori, impatto ambientali.

Tipo di agevolazione
Mutuo agevolato a tasso zero, a copertura massima del 75% dell’investimento ammesso: restituzione in 8 anni a decorrere dall’erogazione dell’ultima quota a saldo del finanziamento concesso; rate semestrali costanti posticipate, scadenti il 31 maggio e il 30 novembre di ogni anno. Il finanziamento agevolato è assistito dalle garanzie previste dal codice civile acquisibili nell'ambito degli investimenti da realizzare, per un valore non superiore all’importo del finanziamento concesso apporto da parte dei soci di mezzi propri ovvero finanziamento esterno non agevolato pari ad almeno il 25% dell’investimento ammesso

Per informazioni:
Confcommercio Arezzo - dott. Marco Poledrini
Responsabile Progetti Speciali - Confcommercio Arezzo
marco.poledrini@confcommercio.ar.it
tel. 0575 350755

(12 gennaio 2016) © RIPRODUZIONE RISERVATA