Arezzo Impresa, Economia, Cultura e Territorio
L'INIZIATIVA

Confcommercio e Fondazione Trame ancora insieme

Confcommercio sostiene e sponsorizza per il secondo anno consecutivo il Festival dei libri contro le mafie, in programma a Lamezia Terme dal 15 al 19 giugno prossimi. "Abbiamo deciso di rinnovare il nostro sostegno e la collaborazione a Trame perché questo Festival ci dà l’occasione di poter comunicare, senza retorica ma con linguaggi nuovi, la volontà delle imprese di essere libere da quelle forme di criminalità – racket usura corruzione, etc – che minano l’attività imprenditoriale, e di diffondere una maggiore consapevolezza su quali possano essere gli effetti devastanti di un fenomeno quale la contraffazione", sottolinea Anna Lapini, componente di giunta Confcommercio Imprese per l’Italia con incarico per la legalità e la sicurezza.

Si terrà a Lamezia Terme dal 15 al 19 giugno 2016 Trame, il Festival dei Libri contro le Mafie di cui per il secondo anno consecutivo Confcommercio-Imprese per l'Italia è sponsor e sostenitore.  

"Abbiamo deciso di rinnovare il nostro sostegno e la collaborazione a Trame perché questo Festival ci dà l’occasione di poter comunicare, senza retorica ma con linguaggi nuovi, la volontà delle imprese di essere libere da quelle forme di criminalità – racket usura corruzione, etc – che minano l’attività imprenditoriale, e di diffondere una maggiore consapevolezza su quali possano essere gli effetti devastanti di un fenomeno quale la contraffazione", sottolinea Anna Lapini, componente di giunta Confcommercio Imprese per l’Italia con incarico per la legalità e la sicurezza.

Il tema del contrasto ad ogni forma di criminalità è una delle priorità di Confcommercio, poiché l’illegalità, in tutte le sue declinazioni, ha un effetto diretto e negativo sulla competitività delle imprese e dell’intero sistema economico, oltre 27 miliardi", prosegue Anna Lapini, ricordando anche gli eventi realizzati in collaborazione con Trame 6: il reading di Paolo Briguglia, “Una impresa libera…. Costi quel che costi” su testi selezionati insieme, e lo spettacolo teatrale anticontraffazione scritto da Andrea Guolo e interpretato da Tiziana Di Masi, “Tutto quello che sto per dirvi è falso”, che rientra nel “Progetto nazionale di educazione all’acquisto legale e responsabile” di Confcommercio.

Inoltre, ogni sera a #tramedicinema, ci sarà la proiezione degli spot realizzati sulle sceneggiature scritte da studenti di tutta Italia e di tutte le età vincitori del Premio Libero Grassi 2016 “Contro la corruzione”, ideato da Solidaria e sostenuto da Confcommercio.

La promozione della cultura della legalità è uno degli impegni che Confcommercio porta avanti da anni, oltre che con il Premio Libero Grassi, rivolto agli studenti, anche attraverso il Premio Giorgio Ambrosoli all'integrità responsabilità e professionalità rivolto all'individuazione di esempi di buone prassi fra imprese e P.A.

L’attività dell'intero sistema Confcommercio per il contrasto alla criminalità si articola su due filoni paralleli ma strettamente collegati fra di loro: la sicurezza, intesa come iniziative per la tutela delle imprese e degli imprenditori rispetto alle attività criminali e violente ai danni di persone o cose (rapine, furti, aggressioni, etc.), e la legalità, nel cui ambito sono ricomprese sia la diffusione della cultura del contrasto all'illegalità e dei valori del vivere civile, sia l'individuazione di strumenti per il contrasto di fenomeni - quali il racket, l'usura, l'estorsione, la contraffazione, l'abusivismo, la corruzione - che inquinano il mercato e limitano la libertà imprenditoriale dei singoli. La Giornata Nazionale della Legalità, che all’insegna dello slogan “Legalità mi piace” mobilita e coinvolge l’intero sistema Confcommercio, si prefigge proprio l’obiettivo di accendere i riflettori su tutti i fenomeni criminali che rappresentano un grave danno per l'economia reale.

 

(07 giugno 2016) © RIPRODUZIONE RISERVATA