Arezzo Impresa, Economia, Cultura e Territorio
ECONOMIA

Un milione e mezzo di euro per rilanciare Pratacci

Grazie al Consorzio Sviluppo Pratacci il Comune di Arezzo vince il bando regionale per la riqualificazione dell'area alle porte della città.

Nuovo importante finanziamento, di 1 milione e mezzo di euro, acquisito dal Comune di Arezzo grazie alla collaborazione con il Consorzio Sviluppo Pratacci, che riunisce gli imprenditori dell’area: il progetto di riqualificazione dell’area Pratacci è risultato infatti vincitore del bando della Regione Toscana per la riqualificazione delle aree produttive. Significativa, per il raggiungimento del risultato, la collaborazione tra l’ufficio progettazione e lavori pubblici del Comune e il tecnico incaricato dal consorzio, l’architetto aretino Massimiliano Baquè.

Il presidente Alberto Bidini non nasconde la sua soddisfazione: “siamo convinti che il rilancio di Pratacci e delle sue imprese debba passare dal miglioramento delle infrastrutture, che a oggi sono obsolete, insufficienti, per nulla degne di un polo commerciale e produttivo che venti anni fa era un fiore all’occhiello per tutta la Toscana. Per questo ci siamo fatti promotori e sponsor unici di un piano di riqualificazione del valore di oltre due milioni e mezzo di euro, che è stato finanziato al 60% dalla Regione Toscana”.

Affinché i lavori possano prendere il via, oltre alla predisposizione del progetto esecutivo, è necessario reperire quel milione di euro non coperto dalla quota di finanziamento della Regione. “A questo punto - prosegue Bidini - sarà essenziale che quanti hanno a cuore le sorti della città e dell’area Pratacci in particolare, attivino canali propri o sponsor che possano coprire la spesa. Noi imprenditori la nostra parte l’abbiamo fatta e siamo disposti a farla ancora. Riteniamo però che sarebbe davvero un peccato in questo momento gettare al vento un’opportunità così preziosa per la città intera”.

Il progetto voluto dal Consorzio presieduto da Bidini, che è anche amministratore delegato del consorzio fidi della Confcommercio aretina, prevede diversi interventi per recuperare e modernizzare la rete infrastrutturale dell’area: un nuovo piano di illuminazione più efficiente, parcheggi, nuovo manto stradale, spazi verdi, la messa in sicurezza degli incroci più pericolosi con la realizzazione di una rotonda tra via Edison e via Galvani e un semaforo intelligente tra via Galvani e via Ferraris.

Anche l’amministrazione comunale esprime soddisfazione in quanto “in questi ultimi anni è il terzo finanziamento che riusciamo a ottenere partecipando a bandi di selezione abbastanza stringenti per la riqualificazione di aree produttive. I primi due erano stati per San Zeno, i cui lavori sono in corso. Questa nuova opportunità consente in un momento delicato di ridare prospettive a un’area particolarmente significativa del territorio. Si tratta adesso di fare un ulteriore sforzo congiunto per individuare gli strumenti di finanziamento in un quadro difficile per le amministrazioni locali. L’appello alle categorie economiche va concepito in vista del risultato conclusivo”.

(06 febbraio 2013) © RIPRODUZIONE RISERVATA