Arezzo Impresa, Economia, Cultura e Territorio
SAN GIOVANNI VALDARNO

Passi avanti per una Ztl migliore all'ombra di Palazzo d'Arnolfo

La responsabile della delegazione Confcommercio: “accolte alcune nostre richieste, come l’installazione di segnalatori ai varchi e l’allungamento dell’orario mattutino di accesso per corrieri e possessori di permesso. Peccato per la mancata riapertura delle vie laterali al Corso”. Prosegue la trattativa per creare un parcheggio in via II Giugno. La sollecitazione: “studiamo iniziative per premiare chi fa acquisti in centro”.

La Ztl di San Giovanni non vuole inganni, si direbbe parafrasando un celebre motto. E soprattutto non li vogliono gli automobilisti poco pratici della città e ignari degli orari di chiusura al traffico, che senza segnalatori ai varchi potrebbero incappare ingenuamente in multe salatissime. Per fortuna, su sollecitazione della Confcommercio e degli operatori del centro storico, l’Amministrazione Comunale si è impegnata ad installare entro la fine dell’anno quattro segnalatori ai varchi principali della Ztl.

In più, sempre seguendo le richieste degli operatori raccolte dalla Confcommercio con un questionario, l’Amministrazione sangiovannese si è detta disponibile ad allungare di mezz’ora (alle 11 anziché alle 10.30) l’orario mattutino di accesso al centro per i corrieri e gli automobilisti dotati di permesso al transito nella Ztl.

A darne notizia è la responsabile della delegazione Confcommercio Laura Cantini, all’indomani della riunione in materia di Ztl convocata dall’Amministrazione con le associazioni di categoria ed i rappresentanti degli abitanti del centro storico. “Sono solo due piccole vittorie, che forse ancora non cambiano la sostanza, ma almeno dimostrano che il Comune ha preso in esame le proposte che avevamo avanzato dopo aver ascoltato tutti i negozianti del centro con il questionario del giugno scorso”, sottolinea la Cantini, presente all’incontro insieme alla sua vicepresidente Laura Bordi.

“Purtroppo abbiamo registrato ancora un nulla di fatto sulla questione che ci stava più a cuore, ovvero la riapertura al traffico delle strade laterali al Corso almeno nel periodo invernale”, prosegue la funzionaria della Confcommercio sangiovannese. “Il Sindaco ci ha spiegato che ci sono alcune prescrizioni imposte dal Ministero, prima fra tutte l’indivisibilità dell’area individuata in origine come Ztl”.

“Il Sindaco ha riconosciuto che la regolamentazione della Ztl ha bisogno di essere aggiornata per rispondere alle esigenze di chi vive e lavora in centro storico. Alleggerire dalla morsa del traffico la zona monumentale e dello shopping è sacrosanto, aggiungiamo noi, ma non deve mettere a rischio la vivibilità e la funzionalità nella città murata, pena l’allontanamento di residenti e imprese”, sottolinea Cantini.

Proprio per evitare questo pericolo, Confcommercio ha ribadito la necessità di studiare modalità di accesso al centro agevolate per quanti fanno acquisti nei negozi dell’area. “Studiamo insieme il modo”, propone Laura Cantini, “una soluzione buona per tutti si trova senz’altro”. Restando in tema di parcheggi, il Sindaco ha fatto sapere che prosegue la trattativa con le Ferrovie per la gestione dell’area in via II Giugno, dove dovrebbe nascere un nuovo parcheggio a servizio del centro storico. Infine, un’altra bella notizia: l’Amministrazione ha programmato la sanificazione periodica delle vie del centro per rispondere alle numerose richieste di una pulizia accurata, particolarmente necessaria per eliminare ogni traccia della raccolta differenziata porta a porta.

 

(03 ottobre 2013) © RIPRODUZIONE RISERVATA